mercoledì 17 ottobre 2018

L'Ospedale pediatrico di Bor oggi: un esempio di integrazione politica-religiosa e sociale

Sabato, 6 ottobre 2018, presso la Sala Congressi della Fondazione Poliambulanza di Brescia dalle ore 9.00 alle ore 17.00 si è tenuto il convegno dal titolo “L’ospedale pediatrico di Bor oggi: un esempio di integrazione politico-religiosa e sociale”, nel corso del quale medici, periti tecnici e collaboratori di Fondazione Poliambulanza si sono riuniti assieme a volontari, benefattori e dirigenti della Clinica di Bor di Bissau con esponenti politici e religiosi della Guinea Bissau, in Africa Occidentale.



Alberto Luis Quematcha, Direttore Generale dell’Ospedale di Bor a Bissau, ha esposto la sua relazione dal titolo “Problemi e soluzioni nell’ospedale di Bor”, descrivendo inizialmente la situazione economica dell’ospedale di Bor; si rilevano miglioramenti nei conti economico-finanziari dell’ospedale, anche se non si è raggiunta una vera e propria stabilità economica.
La gestione dell’Ospedale, ha spiegato il dr. Quematcha, è ben sostenuta dal rapporto tra Stato, Diocesi di Bissau, le Onlus e la popolazione guineana; sebbene ci sia una forte interazione tra queste istituzioni, l’Ospedale spesso incontra ostacoli politici, insufficienti fondi su cui contare e impossibilità degli assistiti a pagare per le prestazioni medico-ospedaliere. Il Governo della Guinea Bissau dovrebbe aiutare molto di più e in modo più incisivo.




Il Dr. Dionisio Cumbà, Direttore della Chirurgia dell’ospedale di Bor,  con l’ausilio di foto della sua attività ospedaliera, ha elencato tutti i tipi di interventi chirurgici realizzati negli anni, e ha evidenziato come il numero di ricoveri dei bambini sia cresciuto


Questo significa che c’è sempre bisogno di un sostegno economico-operativo da parte delle organizzazioni non profit, soprattutto quelle italiane (con volontari da Brescia, Padova, Rho, Vigevano, Milano, Ferrara, Foggia, Catanzaro) e poi anche da Germania, Spagna e Portogallo.





La dr.ssa Namir Tavares, assistente della Dr.ssa Maria Inacia Cò Mendes, Ministro della Salute Pubblica e della Famiglia della Guinea Bissau ha affermato che il Ministero della Salute Pubblica riconosce l’ospedale di Bor come uno dei migliori nello Stato e si impegnerà a dare maggiori sussidi nei prossimi anni. 



Padre Zamberletti, parlando anche a nome di Dom Josè Camnatè Na Bissign, Vescovo di Bissau e Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’ospedale di Bor, ha  dichiarato il suo più vivo compiacimento per le attività svolte in collaborazione, in particolare, con le Onlus di Brescia, Rho e Vigevano che forniscono un indispensabile sostegno per la parte tecnico-amministrativa e medica. La Diocesi di Bissau ha sempre dialogato con le Onlus italiane e riconosce l’efficacia di questi rapporti, finalizzati a risolvere rapidamente i tanti problemi quotidiani dell’ospedale.




I rappresentanti delle Onlus di Brescia (dr. Prandini), Milano (Matteo e Isabella per il PIME), Rho (Gabriella con Progetto Anna) e Vigevano (Deanna con Vigevano Prabis Onlus) sono intervenuti per illustrare il loro impegno nel sostenere l’ospedale di Bor: ci sono progetti in corso e per il futuro che coinvolgono la Farmacia e la formazione chirurgica, soprattutto pediatrica; si cercherà di dare continuità alla Clinica Mobile, di estendere i servizi della Radiologia anche agli esterni, di implementare le consulenze esterne e il laboratorio.



Molto gradita la presenza del Console della Guinea Bissau in Italia, dott.Bruno Morlacchi.



La tavola rotonda, animata  dal professore Gamba, dalla dott.ssa Tognon, dalla dott.ssa Avogaro, dal dr. Morandi, dal dr. Cumbà e dal dr. Prandini. ha delineato le conclusioni della giornata, evidenziando l’urgente necessità di inserire pediatri nell’Ospedale e di acquistare un efficiente macchinario per l’ossigeno, soprattutto adesso che la mini terapia intensiva va realizzandosi. In futuro saranno sicuramente indispensabili altri anestesisti e chirurghi stabilmente in loco. Accanto a queste esigenze e incrementando la formazione medica, sarà necessario valorizzare alcune figure ospedaliere, come le infermiere guineane che purtroppo non hanno una remunerazione sufficiente a consentire loro di lavorare a tempo pieno presso l’ospedale pediatrico di Bor.


La tavola rotonda si è conclusa con i saluti e i complimenti agli ospiti della Guinea Bissau e con un grande augurio per le prossime sfide che attendono tutti coloro che, in Italia e in Africa, hanno a cuore il buon funzionamento dell’ospedale pediatrico di Bor



domenica 14 ottobre 2018

OTTOBRE ALLA GRANDE PER PROGETTO ANNA E LA CLINICA BOR: DUE EVENTI IMPORTANTI




Concerto d'Autunno

"Brutta Gente" con don Marco Rapelli e la Banda dell'Ortica

Spettacolo con canzoni e dialoghi alla Jannacci



Bella serata di riflessione e musica. 
E' stato piacevole  risentire le canzoni di Enzo Jannacci e soprattutto riscoprire i messaggi 
che ha saputo tradurre in musica.
Messaggi ancora attuali che varrebbe la pena di riproporre più spesso.



Abbiamo chiesto  a Don Marco perchè un concerto dedicato a Jannacci

Mi piace avere ogni tanto occasioni, come quelle dei concerti, in cui poter trasmettere in una forma "leggera" - con le canzoni, appunto - dei messaggi in cui credo profondamente.
Nel caso di Jannacci , il motivo è semplice: perché da piccolo mio papà mi faceva ascoltare le sue canzoni, poi nel corso degli anni ho sempre  seguito le sue produzioni, e mi è sempre piaciuto il suo modo surreale, misto di ironia e malinconia, con il quale ha sempre raccontato storie di personaggi strani, quelli che nel Vagelo sono gli ultimi, i poveri…”quelli che” dai cosidetti benpensanti  sono etichettati come” brutta gente”, quando invece è vero il contrario. Solo mettendosi dalla loro parte possiamo sperimentare  su di noi “ la carezza del nazareno” ( come diceva Jannacci e diventare capaci  a nostra volta di donare a tutti questa carezza.
        

 Chi è la band che ti accompagna sul palco?    

         Naturalmente  brutta gente , cioè  tutti musicisti da 10 e lode, come ripeto sempre a loro.
 Paolo  Bramati                       le tastiere

       Alessandro Patanè                le chitarre

       Stefano Colombani (Bani)   il sax

       Maurizio  Maggioni               il basso

       Massimiliano Ripamonti      la batteria

(Sghippo) 
E siccome  siamo tutti maschi e i nostri concerti ogni volta raccontano una storia diversa, irrinunciabile componente della Banda, che dà quel tocco in più, è la presenza femminile, 
quella di …   Chiara Colombo




Bravissimo Don Marco e la Banda dell'Ortica, senza dimenticare Chiara, voce guida della serata.


Pubblico numeroso, soddisfatto e generoso verso Progetto Anna e i bambini della Clinca Bor,
a favore dei quali è stato organizzato il concerto.









mercoledì 26 settembre 2018

CONCERTO D'AUTUNNO 2018




Torna "Il Concerto d'Autunno" a favore dei bambini malati dell'Ospedale di Bor.
Sabato 13 ottobre alle ore 21 presso l'Auditorium Comunale di Rho Don Marco Rapelli e la Banda dell'Ortica animeranno la serata.
Da non perdere perchè aiuta i bambini malati della Guinea Bissau e perchè è un gruppo.... in gamba!
Vi aspettiamo!!!

venerdì 6 luglio 2018

GIOIE E DOLORI CONDIVISI CON LA SOLIDARIETA'


Progetto Anna è sempre vicina ai bambini della Guinea Bissau, soprattutto ai più poveri e bisognosi, grazie ai tanti amici che condividono il nostro obiettivo.

LA  BOMBONIERA  SOLIDALE



Progetto Anna desidera ringraziare  chi ha reso ancora più grande la gioia di un giorno speciale  con un gesto di solidarietà verso i bambini malati della Guinea Bissau.


Anche il dolore per la perdita di una persona cara può diventare più leggero affidando il suo ricordo ad un gesto di solidarietà.
L'offerta fatta a suo nome aiuterà bambini sconosciuti, ma poveri e malati, ad avere gratuitamente tutte le cure necessarie per guarire.
E' come mettere sulla sua tomba un fiore che non appassirà mai .

 

mercoledì 13 giugno 2018

"LaBOR" il laboratorio analisi della Clinica Bor


 La Clinica Bor è dotata di un laboratorio analisi ben attrezzato e in grado di fare analisi semplici  e anche complesse



Il piccolo laboratorio, che era stato realizzato con il sostegno economico di Progetto Anna e l'aiuto del nostro bravissimo volontario Osvaldo Martelli, lavorò per alcuni anni. Osvaldo si dedicò all'organizzazione e alla formazione di due tecnici  di laboratorio.



La fortuna volle che il Dott. Pimenta, portoghese, uomo generoso e molto legato alla Guinea Bissau, desiderasse  creare un laboratorio analisi in Guinea Bissau  e, vista la struttura ospedaliera di Bor e il piccolo ed efficente laboratorio già funzionante decidesse di realizzarlo lì, nella Clinica Bor.
Parlò con i medici, con la Direzione dell'ospedale, con il Vescovo e alla fine l'opera partì. 
Il dr Dionisio, il chirurgo, era entusiasta di questo progetto che ampliava la gamma delle analisi che potevano essere eseguite: un aiuto più efficace per i  medici. 




















Il dott. Pimenta ha garantito assistenza tecnica e formazione per il personale. Si potrebbe  dire che  ha creato un gemellaggio fra il suo laboratorio analisi in Protogallo e il LaBor dell'ospedale di Bor e questa è una garanzia sul funzionamento del " nostro laboratorio"




La dottoressa Manuela Pimenta partecipa con entusiasmo al progetto del padre, dando un prezioso contributo.





                                                                                

      Il " Team" di LaBor!!


Nei primi tre mesi del 2018 sono stati effettuati 8.584 analisi di microbiologia, di immunologia, di biochimica, di ematologia. Il  Direttore dr Alberto Quematcha ci ha confermato una sempre maggiore efficenza del laboratorio e soprattutto  precisione nei risultati delle analisi. Medici di altri ospedali mandano i pazienti a Bor per avere analisi sicure.


Progetto Anna partecipa al progetto laboratorio con il "Fondo del bambino malato" con il quale paghiamo le analisi ai bambini malati più poveri.


Il dott. Pimenta con il nostro Direttore Generale dott. Alberto Quematcha

lunedì 11 giugno 2018

PADRE GUERRINO VITALI BENEDICE LA CLINICA BOR

Grazie padre Guerrino per aver benedetto il" nostro ospedale"Clinica Bor!

Grazie per aver fatto visita ai piccoli malati!


Padre  Battisti diceva -"la Clinica Bor è un'opera voluta da Dio"-   Ora tocca a noi farla funzionare per dare una assistenza sempre migliore ai piccoli malati della Guinea Bissau.
Tante mani, ciascuna con un proprio compito, ma insieme per un unico obiettivo, possono compiere veramente miracoli.




GRAZIE  PADRE  GUERRINO  VITALI!!!!!

sabato 9 giugno 2018

NOTIZIE DALL' HOSPITAL PEDIATRICO S. JOSE' EM BOR ( CLINICA BOR)

AGGIORNAMENTO SULL'ATTIVITA'  DELLA " CLINICA  BOR"



CLINICA MOVEL

 Siamo arrivati alla 14esima  missione  della Clinica Movel, a Djabicunda nella regione di Bafatà.

La località di Djabicunda dista 158 km da Bissau.



 Il dr Quessana guida l'equipe  della "Clinica movel" a
Djabicunda

Sono state fatte 128 visite:      
 67 bambini e 61 adulti.



                           


Progetto Anna ha promosso e sostenuto il progetto "Clinica movel"fin dall'inizio sicuri che avrebbe dato buoni frutti. 
Grazie alla disponibilià e alla partecipazione del personale sanitario e amministrativo dell'ospedale i risultati non sono mancati.  

Durante le 14 missioni, dal 3 marzo al 2 giugno, sono stati visitati  855 bambini e 666 adulti per un totale di 1.521 visite. Sono stati forniti i medicinali e la possibilità del ricovero in ospedale per i casi urgenti e più gravi.




Con gioia abbiamo appreso che il Vescovo Dom Josè Camnate ha chiesto all'ospedale di inserire nel progetto Clinica Mobile  anche alcune scuole e asili che stanno nella periferia di Bissau, visitando i bambini che le suore  o i missionari sanno essere i più poveri e bisognosi.

Ecco alcune fotografie di questa bella e buona iniziativa.




 I padri e le suore che gestiscono le scuole e gli asili della Diocesi sono stati molto soddisfatti e hanno chiesto di ripetere questi interventi.

GRAZIE AGLI  AMICI   DI  PROGETTO ANNA CHE CON IL LORO CONTRIBUTO CI PERMETTONO DI SOSTENERE IL PROGETTO "CLINICA  MOVEL"

giovedì 24 maggio 2018

DALLA PARTE DEI PIU' PICCOLI E BISOGNOSI

Chi non si commuove e non gioisce davanti a un bimbo piccolo o neonato?

 


Anche per il 2018/2019 Progetto Anna Onlus sostiene il  " Progetto Latte" in collaborazione con le Suore dell'Immacolata  nei Centri Nutrizionali di Mansoa e Bissorà.

Ecco la lettera di sr Alessandra



Carissimi amici dell’associazione “ PROGETTO ANNA”
Ringraziamo per il grande contributo dato per sostenere le spese del latte GUIGOZ, per i bambini ai 0 ai 4 mesi per il periodo maggio 2017- maggio 2018 dei nostri centri di Mansoa e Bissora.


 


 I bambini aumentano e sempre più si scoprono casi di mamme ammalate. Le sorelle continuano il lavoro di vigilanza nei villaggi dove controllano i bambini dai 0 ai 5 anni 




Il nostro lavoro con i bambini continua nella missione di Mansoa, Bissora. Continuiamo  la vigilanza nutrizionale nei villaggi dove vengono controllati i bambini dai 0 ai 5 anni e dove si scoprono molte volte casi di bambini o mamme ammalate. 



  In un paese ancora instabile politicamente, economicamente, il settore che più ne risente è la salute e l’educazione.
Il  numero dei bambini è in continuo aumento, anche dei bambini affetti dal virus AIDS..  Come già conoscete il nostro aiuto  oltre che consultare il bambino, è dare le medicine necessarie. Aiutare la mamma nell’alimentazione se è necessario, e poi ogni 15 giorni dare  il latte per gli orfani gemelli e malnutriti e quanti la mamma ammalata non può allattare.
I Bambini che ricevono il latte Guigoz, sono  un numero elevato.



Anche quest’anno dobbiamo pensare alla compera del latte GUIGOZ , anche se alle mamme chiediamo una piccola contribuzione tutta la spesa rimane con noi.  Per ogni trimestre a spesa è di circa 930.000 FCFA .
Chiediamo a voi l’aiuto di 3.720.000 FCFA annuali ,da maggio 2018- a maggio 2019, pari a 5.720€
Ringraziamo per la vostra attenzione e la vostra generosità e per tutto ciò che fate per la missione  della Guinea Bissau.




AIUTACI AD AIUTARE 

DONA IL TUO 5 X MILLE A PROGETTO ANNA ONLUS
 BASTA LA TUA FIRMA 
E IL CODICE FISCALE DI PROGETTO ANNA ONLUS 04746450966










giovedì 26 aprile 2018

PROGETTO ANNA ONLUS E LA GUINEA BISSAU: UN LEGAME DI SOLIDARIETA' NATO DAL CUORE

NEWS  DALLA CLINICA BOR

Gli Scout, accompagnati dal nostro Dr Albat, visitano la Clinica Bor e portano un sorriso ai piccoli malati.




La "CLINICA  MOVEL"

Terzo anno di attività per la Clinica Mobile. Progetto Anna Onlus continua a sostenere questo progetto sulla base dei risultati positivi ottenuti nei primi due anni di attività. Grazie alla disponibilità del personale sanitario e amministrativo dell'Ospedale di Bor è possibile organizzare  questo servizio che, portando "l'Ospedale" nei villaggi, dà la possibilità a tanti bambini e adulti di avere una prima assistenza sanitaria. 






I  bambini bisognosi di cure particolari vengono trasportati all' Hospital pediatrico S.Josè em Bor (Clinica Bor)



Nelle prime 5 missioni del 2018  sono stati visitati e curati 303 bambini e 286 adulti.





FONDO  ADOZIONI DEL BAMBINO MALATO

Continua il Progetto Fondo Adozioni del bambino malato. Questo Fondo sostenuto da Progetto Anna Onlus, anche  grazie al contributo del 5 x mille  è molto  importante perchè permette a bambini malati e poveri di essere curati gratuitamente.
In questi  primi tre mesi dell'anno, gennaio, febbraio e marzo, il Fondo ha contribuito con € 5.362,00 sostenendo le spese per visite, analisi, medicine e ricoveri di 410 bambini  di cui 65 ricoverati per malattia o interventi chirurgici.

  

GRAZIE DA PARTE  DI  QUESTI  PICCOLI  PAZIENTI !


Dà gioia sapere che con i nostri piccoli gesti di solidarietà ridiamo il sorriso a tanti bambini. 

SCEGLI PROGETTO ANNA ONLUS PER  DONARE IL TUO 
5 X MILLE 
BASTA  LA TUA FIRMA E IL CODICE FISCALE DI PROGETTO ANNA ONLUS  04746450966 
PER RIDARE IL SORRISO A TANTI BAMBINI  MALATI DELLA GUINEA BISSAU