RIPRENDE L'ATTIVITA' DELLA SALA OPERATORIA

 Buone notizie dall' Ospedale di Bor.

 L'attività all'ospedale di Bor sta lentamente ripartendo dopo l' emergenza Covid19

 

In questi giorni ci sono giunte due buone notizie .

La prima riguarda il report del Fondo Adozione del bambino malato relativo al mese di dicembre 2020. 

Grazie al Fondo sono stati visitati e curati 67 bambini. 18 bambini sono stati ricoverati e il Fondo  ha pagato la loro degenza.

 Riporto questi dati perchè sono un segno della ripresa dell'attività pediatrica dell'Ospedale di Bor.

 
La seconda buona notizia riguarda l'attività chirurgica.

Ecco le foto della timida ripresa della chirurgia a Bor.



 

 

Durante questi giorni di gennaio sta operando una missione spagnola di Barcellona

L'equipe sta operando bambini con il labbro leporino e ustionati



 PROGETTO  ANNA  

                        LA CLINICA BOR

                                           I  BAMBINI DELLA GUINEA BISSAU









Finalmente abbiamo chiuso il 2020, un anno difficile per noi, per la Guinea Bissau, per il mondo intero.

Abbiamo appena iniziato il 2021 con la speranza che il vaccino e il senso di responsabilità ci portino fuori dal tunnel del virus e del contagio. Ci auguriamo di poter riprendere i contatti umani e una vita normale, senza dimenticare che la pandemia ci ha insegnato che siamo tutti sulla stessa barca e dobbiamo essere responsabili verso che è vicino e verso chi è lontano, perchè facciamo parte di una unica Umanità.

Per Progetto Anna il 2021 è un anniversario importante : sono 20 anni che , in ricordo di Anna, la nostra Associazione sta aiutando la Clinica Bor e i bambini poveri e malati della Guinea Bissau.  Sembrava un sogno , quasi una utopia, invece ci siamo riusciti. Diciamo quasi riusciti, perchè ora la Clinica Bor deve imparare a camminare con le proprie "gambe" facendo tesoro di tutta la formazione che ha ricevuto in questi anni dalle missioni di volontari che hanno portato esperienza e professionalità a tutto il personale dell'ospedale.
 
 
 

 


 
Cominciamo il 2021 con un GRAZIE  agli amici che hanno "acquistato" al mercatino on line di Progetto Anna.
Abbiamo ricavato € 1.375 più €  786 dalla vendita del miele. Queste offerte sono destinate al Fondo Adozione del bambino malato con il quale paghiamo le cure ai bambini malati più poveri.
Un grazie di cuore alle amiche che hanno realizzato il mercatino e al sig. Mottalini,l'apicultore che ci ha fornito il miele.
                                  

 



LA "VETRINA" DI PROGETTO ANNA

 


         UN DONO SOLIDALE  IN AIUTO AI BAMBINI MALATI DELL' OSPEDALE DI BOR



 Grazie alle persone che hanno accolto l'invito di collaborare con Progetto Anna acquistando il 
"Miele di Progetto Anna"

Rimettiamo in vetrina i nostri vasetti

Vasi da 500 gr 

MIELE  DI  ACACIA                                                                       Vasetti assaggio da 42 ml
MIELE  DI  TIGLIO
MIELE  DI  CASTAGNO                                                                  MIELE   MILLEFIORI
MIELE  MILLEFIORI
MELATA  DI  BOSCO      
                                                                                                                                                                  Aggiungiamo un simpatico divanetto porta fazzoletti 
di carta.
 
 Se siete interessati mandate una mail a   info@progettoanna.it   
 per programmare la consegna.
 
LE OFFERTE RACCOLTE  SONO DESTINATE AL FONDO ADOZIONI DEL BAMBINO MALATO PER ASSICURARE CURE GRATUITE AI BAMBINI MALATI PIU' POVERI



                                                                    
                                                                                                              

IL COVID BLOCCA GLI EVENTI "STORICI" ORGANIZZATI DA PROGETTO ANNA PER AIUTARE L' OSPEDALE DI BOR, MA IL NOSTRO AIUTO CONTINUA

 L'Ospedale di Bor ha ripreso una parte delle sue attività:
sono ricominciate le visite pediatriche e i ricoveri
 
A metà ottobre abbiamo ricevuto il report del Fondo Adozioni del bambino malato che ci aggiorna mensilmente su quanti bambini malati hanno usufruito del Fondo. 
A settembre sono stati aiutati 91 bambini di cui 3 hanno avuto bisogno di ricovero. E' un riavvio lento e faticoso per l'ospedale. 

 
Progetto Anna è sempre vicina all'ospedale e, come ha fatto in questi mesi, continuerà a mandare il suo aiuto per sostenere l'ospedale e le sue attività.
Anche se......

  La  pandemia di Covid ci ha impedito di organizzare il "Concerto d'Autunno" in Auditorio

  
e la "Cena d'Autunno" presso  la Cascina al Pozzo



Sono stati momenti belli che ci hanno permesso di condividere la generosità e la sensibilità verso gli altri, verso i bambini poveri malati della Guinea Bissau, verso un ospedale pediatrico africano  frutto di una rete di collaborazione tra realtà diverse. 
 
 
" UNA  MANO  SOLA  NON  RIESCE  A  LEGARE  UN  PACCO "    (proverbio africano)
  
I proverbi sono la saggezza del popolo! 
 
Progetto Anna senza l'aiuto di tanti amici non sarebbe riuscita a dare un aiuto concreto alla Clinica Bor.  
In questo momento difficile per tutti, ma particolarmente difficile per l'ospedale di Bor , abbiamo bisogno di una vostra mano. 
 
NOVITA'
Progetto Anna vorrebbe proporre un "Banco benefico" on line per sostenere l'ospedale di Bor, in particolare per il Fondo del bambino malato con il quale Progetto Anna paga tutte le cure necessarie ai bambini più poveri.
Pubblicheremo la foto dell'oggetto in mostra con una offerta minima da versare a Progetto Anna.

ECCO IL PRIMO.......
 
 LA DOLCEZZA DEL MIELE


MIELE MILLEFIORI ITALIANO  OFFERTA MINIMA € 3,00 AL VASETTO
 
 
 
 PROMEMORIA
 
Vi ricordo che le erogazioni effettuate a Progetto Anna con bonifico, con assegno, con c/corrente postale sono  detraibili  nei limiti e con le modalità stabilite dalla legge.  
 
x BONIFICO
IBAN IT68R0521620500000004447548   (Credito Valtellinese intestato a Progetto Anna)
( indicare l'indirizzo per avere la ricevuta)
 
x C/CORRENTE POSTALE
C/C n.62238324  intestato a PROGETTO ANNA ONLUS 

x ASSEGNO intestato a PROGETTO ANNA
    

                                                  GRAZIE!

LA CLINICA BOR SARA' APERTA PER IL TRATTAMENTO DEI CASI DI CORONAVIRUS

 
Con questo gesto umanitario la Chiesa cattolica vuole aiutare il popolo guineano  nella dura lotta contro Covid per il bene e la vita della  popolazione.

Il direttore della clinica pediatrica di Bôr, Alberto Luís Quematcha, ha affermato che esistono le condizioni per aiutare a combattere il coronavirus e che il popolo guineano si trova ad  affrontare enormi difficoltà.
Alberto Quematcha avverte che è giunto il momento di rafforzare gli sforzi e i meccanismi di fronte a Covid 19, che, secondo lui, può spazzare via i popoli di una nazione.

Il dott. Quematcha  ha detto che l'ospedale di Bôr è stato chiuso  alcune settimane fa per salvaguardare la vita dei medici che lavorano in quella clinica della Chiesa cattolica.

Il coordinatore della commissione  Covid 19 della Caritas Guinea-Bissau, padre Davide Sciocco, conferma che l'ospedale pediatrico di Bôr sarà riservato  alle cure e al ricovero dei pazienti di Covid.



 




















NOTIZIE DELL'ULTIMA ORA  ( Radio Sol Mansi)

VENERDI'  19  GIUGNO 20

Secondo il coordinatore del centro operativo per le emergenze sanitarie, dott. Dionísio Cumbà, il laboratorio di Jean Piaget ha testato 175 nuovi campioni, 49 dei quali positivi e 126 negativi. "Ciò significa che da questo momento, abbiamo aggiunto 49 nuovi casi ai 1.492, il paese inizia a registrare 1.541 casi positivi di coronavirus dall'inizio della pandemia nel paese".

Il funzionario ha annunciato che il numero di decessi è aumentato a 17 e quello di quelli recuperati rimane a 153.

Il dott. Cumbà  ha affermato che nei tre centri ospedalieri che ospitano pazienti con covid-19, quelli dell'ospedale di Bôr sono i pazienti che hanno più bisogno di ossigeno.

"Attualmente abbiamo 31 ricoverati all'ospedale di Cumura con dimissione prevista per lunedì prossimo, l'ospedale nazionale di Simão Mandes con 6 pazienti ricoverati e Bôr ha 7 pazienti che hanno bisogno di ossigeno", ha rivelato.

Per quanto riguarda la diffusione del virus, ha spiegato che la regione di Biombo è la più infetta, seguita da Cacheu, Bafatá, Gabú e Oio.

Tra i paesi africani di lingua portoghese, la Guinea-Bissau è quella con il maggior numero di infezioni e decessi, con 1.541 casi, registrando 17 decessi.

PROGETTO LATTE




.

Il primo alimento del bambino è il latte, il latte materno. Il latte materno è un alimento completo che contiene tutti gli elementi nutritivi che favoriscono la crescita del neonato e lo proteggno dalle malattie. Quale mamma non prova gioia ad allattare il proprio bambino? E' come se un nuovo cordone ombelicale lo tenesse legato a lei. A volte, per diversi motivi, non è possibile l'allattamento materno , allora la mamma ricorre al latte in polvere e viene risolto il  problema. 
       
MA NEI PAESI POVERI, COME IN GUINEA BISSAU, COSA SUCCEDE?

Anche lì  ci sono mamme ammalate che non possono allattare, mamme di gemelli per i quali non hanno latte sufficiente, mamme che muoiono di parto e lasciano i loro piccoli  orfani. 

COSA FARE PER AIUTARE QUESTI PICCOLI?

 Ecco cosa scrive sr Alessandra delle Missionarie dell'Immacolata:


 Carissimi amici dell’associazione “ PROGETTO  ANNA”
Ringraziamo per il grande contributo dato per sostenere le spese del latte GUIGOZ, per i bambini dai 0 ai 4 mesi per il periodo maggio 2019- maggio 2020 dei nostri centri di Mansoa e Bissora.


Il nostro lavoro con i bambini e le mamme continua, anche se in questi ultimi mesi siamo in stato di emergenza per Covid-19 che crea non poche difficoltá. Finora non ci siamo fermate usando tutte le prevenzioni.   Il nostro lavoro di vigilanza nei villaggi é per il controllo dei bambini dai 0 ai 5 anni. Molte volte è lá che si trovano casi di malnutrizione e bambini affetti di AIDS. La situazione politica è ancora instabile, e il settore salute é il piú vulnerabile. Con l’entrata del Covid-19 ci siamo accorti qual é la condizione dei nostri ospedali.  

I Bambini che ricevono il latte Guigoz, sono  un numero elevato circa 130
Ogni 15 giorni diamo il latte per gli orfani gemelli e malnutriti e per quanti la mamma ammalata non può allattare. Diamo loro il latte Guigoz, un latte in polvere abbastanza costoso soprattutto per chi ha poco o niente. 
Anche per il 2020/2021  dobbiamo pensare all'acquisto del latte GUIGOZ. Anche se alle mamme chiediamo una piccola contribuzione tutta la spesa rimane a noi.  Per ogni trimestre la spesa è di circa 930.000 FCFA.




Chiediamo a voi l’aiuto di 3.720.000 FCFA annuali, da maggio 2020- a maggio 2021, pari a 5.720,00




Ringraziamo per la vostra attenzione e la vostra generosità e per tutto ciò che fate per la missione  della Guinea Bissau.




















  5 X MILLE  2020 

VUOI AIUTARCI A COMPRARE IL LATTE GUIGOZ E A REALIZZARE IL PROGETTO LATTE?

SCEGLI DI DONARE IL TUO 5 X MILLE A PROGETTO ANNA 

BASTA IL C.F. DI PROGETTO ANNA  04746450966  E LA TUA FIRMA


                                 GRAZIE






IL CORONA VIRUS BLOCCA L'ATTIVITA' DELLA CLINICA MOBILE


Il 21 marzo la Clinica mobile ha fatto il suo ultimo servizio prima che il Governo della Guinea Bissau bloccasse tutte le attività per evitare contagi da Covid19

L'equipe della Clinica Movel si è recata all'asilo delle Suore Diocesane " Jardin Bolanha"

Sono stati visitati i bambini che frequentano l'asilo (59) e un adulto.













Ecco i nostri piccoli amici del Jardin Bolanha pronti per tornare a casa



Un aggiornamento sulla situazione Covid19 in Guinea Bissau, mercoledì 15 aprile

I casi dovrebbero essere 46, nessun morto. Continua la prevenzione per evitare il contagio .
Il mercato più importante deve osservare un orario ridotto e soprattutto mantenere le distanze stabilite, ma penso non sia facile.