domenica 27 marzo 2011

La Clinica Bor: un'oasi nella sanità della Guinea Bissau

HOSPITAL SAO JOSE' EM BOR 
CONOSCIUTO DA TUTTI CON IL NOME DI "CLINICA BOR"

Con molta emozione, dopo tre anni, sono tornata in Guinea Bissau per visitare la Clinica Bor. Mi fermo davanti al cancello. Il guardiano ci fa entrare. Con  meraviglia osservo la struttura: così solare, accogliente  e allegra con i pupazzi dipinti sulle pareti e i giochi per i bambini.







Sono tanti i bambini che giungono in ospedale a Bor, alcuni in condizioni molto precarie, perchè c'è ancora l'abitudine di rivolgersi prima al "guaritore" o allo "stregone". I medici sono molto attenti e riescono a fare miracoli. La mattinata è riservata alle visite pediatriche, nel pomeriggio vengono fatte visite per gli adulti.

Gli infermieri, per il momento sono otto, si occupano del triage, del dayhospital, della degenza e dell'ambulatorio per le medicazioni.

Le mamme arrivano in ospedale e molte di loro non sanno come si usa un lavandino o i servizi igienici. Sono abituate a mangiare sedute per terra o su uno sgabello, dalla stessa pentola e non sul tavolo. Sono abituate a dormire con il bambino e quindi per loro è normale sdraiarsi sul letto, oppure stendono un telo per terra e lì si sdraiano. Sono silenziose, pazienti e rispettose.

In un incontro con il personale medico, caposala e dirigenti ho notato che se da  parte del direttore amministrativo e del chirurgo c'è una forte spinta alla modernità , dall'altra parte c'è la tendenza a rispettare maggiormente la tradizione locale.
Ecco alcuni dati sull'attività svolta nella Clinica Bor nel 2010

visite pediatriche         9.157
visite adulti                 7.824
ricoveri                         871
day-hospital                 422
Le patologie più frequenti  sono :
malaria (6.005 casi)  infezioni respiratorie (4.885 casi) diarrea acuta (722 casi).
Sono stati eseguiti, dal giugno 2010, 130 interventi chirurgici.


Nell'ambulatorio di chirurgia ho incontrato  la piccola Dionisia, operata l'anno scorso. In attesa di subire un altro intervento chirurgico definitivo, viene controllata periodicamente dal dott. Cumbà.Progetto Anna sosterrà la spesa per il nuovo intervento, con il fondo Adozioni Clinica Bor.


I pasti per i bambini ricoverati vengono cucinati nella cucina dell'ospedale dal cuoco Augusto: riso, pesce, pollo arrosto.
I bambini ricoverati nella Clinica Bor sono fortunati perchè qui sono fornite le lenzuola e i medicinali oltre ai pasti, cosa che non avviene nell'ospedale nazionale Simao Mendez.
La lavanderia è ancora ....a mano... 

La cosa più bella sono i bambini!
Capita di vedere i più grandi con in braccio i più piccoli per far riposare un poco le mamme. Alcuni vogliono venire in braccio, altri piangono spaventati alla vista di una bianca! Sono capaci di sopportare il dolore e non si lamentano mai. Ti guardano con quegli occhi immensi, con uno sguardo che ti arriva al cuore.



2 commenti:

pascaldo ha detto...

sono contento di aver visto completato il progetto di padre Battisti, con cui ho perso i contatti da qualche anno.

ombra ha detto...

un vero miracolo fatto da un uomo con l'aiuto di persone meravigliose!!! Lieta di aver contribuito anche se in minima parte alla conduzione dei primi passi di questo generoso progetto !!!