domenica 16 giugno 2013

CLINICA BOR.....PER LA VITA




16 giugno  "Giornata in difesa della vita". 

Dalla Clinica Bor, Belita, l'Amministratrice dell'ospedale ci racconta due episodi capitati i giorni scorsi proprio nel nostro ospedale.

" ...arrivando di mattina  in Clinica per iniziare il mio lavoro, vedo nel cortile  dell'ospedale un taxi e intorno medici e infermieri. Aiutavano una mamma e il suo bambino che stava nascendo. Il taxista disse al dr Dionisio che stava portando la mamma a Cumura, dove c'è la maternità. Quando si accorse che la mamma stava per partorire, si fermò a Bor  sapendo che lì mamma e bebè avrebbero trovato assistenza. Il dr Dionisio pensa che se non si fossero fermati  a Bor il bimbo non sarebbe sopravvissuto, infatti appena dopo la nascita ha dovuto rianimarlo. Ora madre e figlio sono stati dimessi, sono a casa e stanno bene..."




 Belita ci racconta un altro episodio capitato in Clinica Bor.

"...si presenta in ospedale una giovane mamma, Betinha, con il suo bebè di nome Betinho Djù. La mamma ha problemi mentali e una malformazione facciale. Il personale dell' ospedale, vedendo la situazione critica in cui la donna  stava, le chiede di affidare loro il bambino che lo avrebbero portato a Casa Bambaran dove il piccolo sarebbe stato bene accudito. Betinha, nonostante tutte le difficoltà in cui vive, si rifiuta di abbandonare suo figlio. Le viene chiesto se aveva altri bambini. Disse che ha una bambina che vive al villaggio con un familiare."

L'amore di mamma non ha confini!

Progetto Anna Onlus vuole essere una mamma per tutti i bambini malati della Guinea Bissau e  ha istituito il "Fondo adozioni del bambino malato" con il quale vengono pagate le cure ai bambini più poveri che si rivolgono alla Clinica Bor.

 

Nessun commento: